I nuovi soci del Cresme

Ignora collegamentiHome  Articoli  Dettaglio articolo

XXVI RAPPORTO CONGIUNTURALE E PREVISIONALE CRESME SCOPRI DI PIU'

Costruzioni, investimenti, materiali e componenti

SET

15

2020

L'impennata delle costruzioni ad Agosto: +30% rispetto al 2019

Autore: Antonio Mura

Agosto era atteso come un mese dall’alto potenziale; molte imprese di costruzioni hanno infatti deciso di proseguire l’attività, al fine di recuperare il tempo perso durante i mesi di lockdown e completare progetti pianificati o in fase di esecuzione. L’offerta si è quindi preparata per garantire il massimo servizio in un mese solitamente di pausa, mediante la rimodulazione del calendario delle ferie (in accordo con i dipendenti) e l’ottimizzazione del sevizio di logistica. Questo ha consentito agli operatori di cogliere le opportunità venutesi a creare in una fase di mercato molto favorevole. L’attività mensile, a consuntivo, è andata anche meglio del previsto. La dinamica espansiva ha riguardato tutti i territori e tutte le tipologie di prodotto, con una spinta decisiva che è arrivata dal mercato della riqualificazione. Molto bene le vendite sui canali GDO ed e-commerce. Ad Agosto, inoltre, il dato di sell-out ha fornito indicazioni di una solida ripresa. Un contributo è arrivato anche dalla ripresa del ciclo delle scorte. Bene le vendite di macchine per le costruzioni in Italia, ed è da segnalare che il trend positivo si osserva anche al livello europeo. Dopo il progressivo miglioramento osservato in tutti i mesi post lockdown, quindi, ad Agosto l’indicatore sintetico mensile Cresme/CLab è schizzato in alto, indicando una crescita dell’attività nel settore delle costruzioni, valutata rispetto allo stesso periodo del 2019, del +30%. Anche Settembre, inoltre, è iniziato nel migliore dei modi. Nel complesso, le risposte si sono distribuite all’interno di un range che va dal +50% al +10%. Tutti gli operatori hanno quindi indicato una impennata sostenuta delle vendite. La crescita superiore alle attese di Agosto ha indotto le imprese a rivedere al rialzo le previsioni per il 2020: la previsione complessiva per l’anno si attesta, infatti, al -9,5%, quando a Luglio si collocava al -13%.

L’indicatore: Il Cresme, alla luce della approfondita conoscenza delle dinamiche settoriali, ha predisposto un indicatore sintetico che permette di seguire con cadenza mensile l’evoluzione della congiuntura nel settore delle costruzioni. A tal fine, il Cresme ha avviato un’iniziativa presso un panel ristretto di aziende leader in Italia e partecipanti al progetto di  knowledge-sharing CresmeLab (http://www.cresme.it/it/cresme-lab.aspx). Knauf, Bticino, Terreal, CIFA, Xella, Colorificio San Marco, Saint-Gobin, Cambielli Edilfriuli forniscono al Cresme indicazioni sull’andamento dell’attività, esprimendo anche delle valutazioni sulle aspettative nel medio termine. In questa prima fase l’indicatore restituisce più accuratamente l’andamento delle vendite sell-in e  verrà in seguito esteso al fine di catturare anche l’andamento in termini di sell-out.

 

Riproduzione consentita a condizione di citare la fonte

EDILBOX S.R.L. SOCIETA’ UNIPERSONALE,, utilizza i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione fatte dall’utente in modo da offrire la migliore esperienza sul proprio sito. Inoltre, EDILBOX S.R.L. SOCIETA’ UNIPERSONALE, si riserva di utilizzare cookies di parti terze. Per avere maggiori informazioni e conoscere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l’utente accetta l’uso dei cookies. Per proseguire conferma di aver preso visione di questo avviso cliccando sul tasto qui sotto o su qualsiasi altra parte del sito.