I nuovi soci del Cresme

Ignora collegamentiHome  Articoli  Dettaglio articolo

XXVI RAPPORTO CONGIUNTURALE E PREVISIONALE CRESME SCOPRI DI PIU'

Professioni e lavoro

APR

07

2016

Architetti: sì, ma sempre meno progettisti

Autore: Antonio Mura

Un quinto degli architetti italiani (considerando una media tra attività prevalente e attività secondaria) si occupa quasi esclusivamente di lavoro burocratico normativo. Il dato emerge dal’indagine sullo stato della professione promossa dal CNAPPC in collaborazione con il Cresme. L'indagine è arrivata alla quinta edizione e ha visto la partecipazione di oltre tremila architetti, operanti in 100 province diverse. 

In sostanza, gli architetti italiani fanno sempre meno progettazione e sempre di più attività specialistiche indotte dalla burocrazia: redazione capitolati, perizie estimative, catasto, collaudi e sicurezza nei luoghi di lavoro. Questo non sorprende se si considera che in dieci anni la domanda di servizi di progettazione in Italia si è ridotta del 45% (parliamo, a valori reali, di ben 13 miliardi di euro). In questi anni, per sopravvivere, gli architetti hanno dovuto adattarsi e adeguarsi ad un contesto di mercato sempre più inflazionato e competitivo (lo spazio di mercato pro-capite si è ridotto di oltre il 54%, portandosi ad appena 104 mila euro per architetto, il valore più basso tra tutti i paesi europei, esclusa la Grecia). Una circostanza che per i più giovani sta comportando un pericoloso ritardo nell'acquisizione dell'esperienza necessaria per crescere e maturare professionalmente come progettisti.

 
Riproduzione consentita a condizione di citare la fonte

EDILBOX S.R.L. SOCIETA’ UNIPERSONALE,, utilizza i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione fatte dall’utente in modo da offrire la migliore esperienza sul proprio sito. Inoltre, EDILBOX S.R.L. SOCIETA’ UNIPERSONALE, si riserva di utilizzare cookies di parti terze. Per avere maggiori informazioni e conoscere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l’utente accetta l’uso dei cookies. Per proseguire conferma di aver preso visione di questo avviso cliccando sul tasto qui sotto o su qualsiasi altra parte del sito.